Categories Menu

Posted by in News

Triossido di cromo: aggiornamenti sull’autorizzazione all’utilizzo

Triossido di cromo: aggiornamenti sull’autorizzazione all’utilizzo

il 18 gennaio 2017, il CTACSub ha emesso un comunicato stampa con il quale fa il punto sulla situazione delle 6 richieste di autorizzazione all’ uso del triossido di cromo presentate alla Commissione Europea nel maggio del 2015, cioè più di 18 mesi addietro.

Nel comunicato si legge che la Commissione Europea sta lavorando attivamente alle bozze di decisione di autorizzazione, che dovranno essere poi approvate dagli Stati membri dell’UE. La Commissione Europea non ha un termine di legge entro il quale deve emettere le sue decisioni finali e, alla luce di precedenti esperienze con altre richieste di autorizzazione, è possibile che le decisioni sull’autorizzazione non siano pubblicate prima della data limite (Sunset Date) del 21 settembre 2017.

Tuttavia, in caso di ritardo della decisione, l’articolo 58(1)(c)(ii) del REACH prevede che gli utilizzatori a valle, riforniti direttamente o indirettamente almeno una delle 7 aziende che hanno presentato la richiesta, possano continuare a utilizzare il triossido di cromo oltre la Sunset Date fino a quando la Commissione Europea non avrà deciso in merito all’autorizzazione. Si sottolinea però che tale utilizzo è autorizzato solo nella misura in cui l’uso che ne fa l’utilizzatore a valle rientra tra quelli oggetto di autorizzazione.

Il CTACSub, in collaborazione con alcune associazioni, europee e nazionali, di utilizzatori a valle e di aziende manifatturiere sta elaborando una serie di schede di istruzioni che illustreranno in forma facilmente comprensibile le misure di gestione del rischio e le condizioni operative che si raccomanda agli utilizzatori a valle di applicare per poter utilizzare correttamente il triossido di cromo autorizzato del CTACSub. Tali schede saranno messe a disposizione prossimamente, prima della Sunset Date. In ogni caso, tutti gli utilizzatori a valle sono già ora tenuti a rispettare tutte le leggi nazionali sulla sicurezza sul posto di lavoro e a tutela dall’ambiente.

Si ricorda che il CTACSub è formato da Atotech Deutschland GmbH, Aviall Services Inc., Bondex Trading LTD, CROMITAL Spa, Elementis Chromium LLP, Enthone GmbH, LANXESS Deutschland GmbH.

Galvanica Nobili acquista il cromo triossido e gli additivi utilizzati nei propri processi di cromatura funzionale (uso n°2 per cui è stata richiesta l’autorizzazione) da  Atotech Italia s.r.l. e Ampere Italia s.r.l. rappresentanti di Atotech Deutschland GmbH e Elementis Chromium LLP.

Galvanica Nobili  è utilizzatore a valle fornito indirettamente da due aziende che hanno presentato richiesta di autorizzazione e quindi autorizzata essa stessa all’utilizzo del cromo triossido oltre la data del 21 settembre 2017 in attesa che la Commissione Europea decida in merito all’autorizzazione.

Galvanica Nobili ha da tempo messo in atto dei piani di miglioramento per poter essere conforme alle  misure di gestione del rischio e alle condizioni operative che saranno presenti nelle schede del CTACSub e dalle future indicazioni presenti nell’autorizzazione.